International Nora Jazz festival 2017





Quattro artiste del jazz mondiale animano le spettacolari notti musicali dell’International Nora Jazz Festival, giunto quest’anno alla sua ottava edizione. Quattro musiciste in arrivo da quattro angoli diversi del mondo: dall’Italia l’estro pianistico di Rita Marcotulli (accompagnata tra gli altri dal grande chitarrista francese Nguyên Lê e con la partecipazione straordinaria di Maria Pia De Vito), dall’Argentina la sensualità di Karen Souza (primo debutto assoluto in Italia), dal Portogallo la delicatezza timbrica di Teresa Salghueiro e dall’Azerbaigian la straordinaria commistione di stili di Aziza Mustafa Zadeh.

2 agosto Teatro Romano di Nora - ore 21:30

Rita Marcotulli "... A Pino" quintet - omaggio alla musica di Pino Daniele

Rita Marcotulli pianoforte, Nguyen Le chitarra,  Special Guest Maria Pia De Vito voce, Tore Brunborg sax,, Israel Varela Batteria e voce, Ares Tavolazzi basso.

Un tributo al genio e al talento di Pino Daniele, scomparso due anni fa, con il quale la pianista e compositrice romana, una delle stelle del jazz del nostro paese, ha a più riprese collaborato, partecipando sia alla realizzazione dei lavori in studio che ai concerti di alcuni tour. Vincitrice del premio Top Jazz nel 2012, promosso dalla rivista “Musica Jazz”, come miglior artista del 2011, la Marcotulli nel corso della sua carriera ha unito e incrociato il suo talento a quello di altri grandi artisti, fra i quali Chet Baker, Billy Cobham, Pat Metheny, Richard Galliano. L’omaggio a Pino Daniele nasce da una stima e amicizia profonda: “Suonare con Pino è stata una delle esperienze più belle della mia vita. Ho pensato di dedicargli un concerto soprattutto strumentale dando risalto alla composizione, con una super band internazionale libera di giocare con le canzoni di Pino e regalando sfumature e sonorità inedite”.


6 agosto 
Teatro Romano di Nora - ore 21:30

 Karen Souza

piano Jaime Vilaseca Roig, bajo Dick Them Hartmann, batería José Ramón Díaz Hernández.

Debutto assoluto in Sardegna e in Italia per questa splendida jazzista argentina (è nata il 1 gennaio 1970 a Buenos Aires), dalla storia piuttosto insolita: affermatasi per il talento e il timbro della sua voce calda e vellutata, ha mosso in realtà i suoi primi passi nel mondo della musica elettronica sotto pseudonimo esibendosi nei locali e nelle discoteche più famose del mondo. Il grande pubblico ha imparato ad apprezzarla per la sua personalissima versione di “Creep” dei Radiohead, finita nei titoli di coda del film “The Zero Theorem” di Terry Gilliam. Negli ultimi anni si è esibita nei palcoscenici più prestigiosi, in particolare in America Latina, dove è molto amata soprattutto in Venezuela, Brasile, Argentina, Cile e Messico.

 
7 agosto  Pula, Piazza Chiesa ore 20:30

Denise Gueye Band

Denise Fatma Gueye voce, live electron ics - Giovanni Sanna Passino trumpet, live electron ics - Mariano Tedde keyboard, rhodes - Salvatore Mattana electric bass - Massimo Russino drums

Nuovo progetto nato dall'incontro tra il Mudras Quartet, e la cantante Denise Fatma Gueye, una delle voci piu interessanti tra le ultime leve dei musicisti sardi e che si sta affermando, oltre che come solista, anche per le numerose collaborazioni oltre che nel jazz, anche in generi di differente matrice come il Reggae o la musica Patchanka. Il Mudras quartet è uno dei gruppi sardi di Jazz piu longevi con all'attivo 2 cd “Loading” e “Skywalkin'” prodotti dalla BlueSerge (Skywalkin' è stato premiato dalla rivista "Jazz It" con il bollino “Jazz it likes it”) oltre a diverse partecipazioni a Festival di alto livello in questi ultimi anni in Italia e all'estero. Il gruppo propone un repertorio di brani originali ispirati alla black music degli anni '70 oltre alla rilettura di brani di artisti delle nuove tendenze del jazz moderno quali Robert Glasper, Eryka Badu, R.H. Factor, Roy Hargrove, solo per citarne alcuni, considerati ormai come veri e propri “new standards” fino a arrivare con un balzo all'indietro ai Brand New, agli Incognito, a Herbie Hancock.

 

              Pula, Piazza del Popolo ore 22:30

Azzurra Parisi & Jazzin'on  (Soul Funky) (IT)

Azzurra Parisi voce, Mauro Laconi chitarra, Gianrico Manca batteria, Alessandro Atzori basso, Mauro Mulas piano e tastiere, Marco Argiolas sax.

Giunta al suo secondo album, My sides, Azzurra Parisi è una delle artiste più interessanti della nuova scena musicale isolana.  Dotata di una voce potente e calda, radicatissima nella cultura musicale afroamericana - come emerge vividamente già dal suo primo lavoro del 2014, Blue Eyed Soul - la cantante cagliaritana si presenta a Pula affiancata dalla Jazzin’on- ensemble stabile del Jazzino - e dal chitarrista Mauro Laconi, presente in entrambi gli album di Azzurra. In repertorio i brani dei due album, rivisitati e riarrangiati in una chiave più acustica ma sempre incentrata sul groove!

 
8 agosto 
                Pula, Piazza Chiesa ore 20:30

Valeria Martini "Naturally Woman" quartet (Soul\Pop)

Valeria Martini voce – Silvano Lobina basso – andrea Ruggeri batteria e percussioni – Claudio Corona tastiere e piano

“Ci sono donne che hanno scritto per le donne e per se stesse, descrivendo nei testi alcune dimensioni della condizione femminile nelle diverse circostanze della vita, oppure rivolgendosi a Dio hanno dichiarato i propri sogni e sentimenti. Ma ci sono anche uomini che hanno scritto di donne e per le donne: amanti, madri o l’archetipo femminile che si ritrova nel creato”.

Naturally Woman è un concerto-narrazione che racconta in musica la femminile delicatezza, il desiderio, la tenerezza, il senso di sconforto, la perdita e la conquista dell’altra metà del cielo.

                Pula, Piazza del Popolo ore 22:30

Paolo Nonnis Orchestra & Francesca Corrias - Paolo swings Francesca sings (Ella Fitzgerald, Billie Holiday, Sinatra ecc.)
un omaggio alle grandi orchestre e alle First Ladies del jazz - The Paolo Nonnis Orchestra - special guest Francesca Corrias (voce)

Paolo Nonnis – drums, Mauro Mulas – piano, Alessandro Atzori – bass, Dario Zara, Francesco Bachis, Maurizio Piasotti, Matteo Sedda – trumpets, Guido Murgia, Mauro Piras, Fabrizio Pittau – trombones, Francesco Sangiovanni, Dario Pirodda, Andrea Morelli, Marco Argiolas, Maurizio Floris – saxes

Una moderna Big Band per un omaggio alle grandi orchestre e alle signore del jazz: un programma eclettico e raffinato per un viaggio tra le sonorità dell’età d’oro dello Swing (nell’America dagli Anni Venti ai Cinquanta, con protagonisti come Duke Ellington, Count Basie, Benny Goodman, Billie Holiday ed Ella Fitzgerald ) impreziosito dalla voce di Francesca Corrias. La cantante – tra le più interessanti e originali interpreti della scena sarda, fondatrice dei Roundella, interpreterà alcuni dei più celebri standards – in un emozionante tributo alle First Ladies della musica improvvisata. La Paolo Nonnis Orchestra è la naturale evoluzione della Paolo Nonnis Big Band – la seconda orchestra di 15 elementi fondata a Cagliari dal batterista sardo, dopo la Paolo Nonnis Maxi Band creata con il sostegno di Jazz in Sardegna in occasione del decimo anniversario della rassegna nel 1993. La Maxi Band era formata esclusivamente da musicisti sardi, di cui molti giovanissimi, ora colonne del jazz nostrano. La Paolo Nonnis Orchestra – rinata nel 2014 come Big Band – come la precedente è formata dai migliori musicisti della scena sarda. L’orchestra – già ospite all’EXPO 2015 con un avvincente concerto tra un’antologia dei brani incisi nei CD “ Just in time” e “Step on the gas”, repertorio originale della formazione guidata da Nonnis a Los Angeles, e diversi classici dell’orchestra di Buddy Rich della quale Nonnis fu a capo nel 1999, comunque arrangiamenti dal grande impatto sonoro e spesso “rocamboleschi”. Durante la prima stagione del Jazzino l’orchestra si è esibita in diversi omaggi ai grandi del jazz – da Count Basie a Buddy Rich, oltre a un tributo a Frank Sinatra con Marco Cocco alla voce, ed un omaggio alle signore della black music con Francesca Corrias. Francesca Corrias: Cantante, musicista, compositrice, ha studiato violino al Conservatorio. Ha frequentato in seguito lezioni e seminari con Alessandro Di Liberto, Paolo Fresu, Bob Stoloff, Tino Tracanna, Giovanni Agostino Frassetto, Riccardo Parrucci, Airto Moreira, Andrea Pellegrini, David Linx, Elisabetta Antonini, Max Ionata, Luca Mannutza e altri. Dal 2009 insegna Canto Jazz presso il Conservatorio di Cagliari ed è docente di canto ai seminari di Nuoro Jazz Invernali dal 2013 ed estivi dal 2014. Ha partecipato a numerosi festival e rassegne nazionali e internazionali, tra cui: Open Jazz Festival, Ostrava (CZ), National Jazz Scene – Oslo, Jazz Gallery – Foyles – Londra, Voyer Festival, Palma de Mallorca, Umbria Jazz, Nuoro Jazz, Calagonone Jazz, Atina Jazz, Time in Jazz, European Jazz Expo. Ha suonato tra gli altri con Dado Moroni, Bebo Ferra, Emanuele Cisi, Marco Tamburini, Stefano Bagnoli, Paolino Dalla Porta, Orchestra Jazz della Sardegna, Gavino Murgia, David Linx, Paolo Fresu, Daniele Di Bonaventura, Marcello Peghin, Massimo Ferra, Stefano D’Anna, Alessandro Di Liberto, Mariano Tedde, Marta Raviglia, Francesco Cusa. 

 

 9 agosto Teatro Romano di Nora - ore 21:30

Teresa Salghueiro

Maria Teresa de Almeida Salgueiro - Voice
Rui Manuel Lobato da Silva - Drums, percussion and Guitar 
Óscar Daniel de Castro Palma Torres - Double Bass
Nélson  Almeida - Accordion
Nuno Alexandre Coimbra Cintrão - Guitar

Da decenni è la figura artistica e l'immagine iconica più affascinante del Portogallo. La sua carriera musicale è iniziata nel 1986 quando, all'età di soli 17 anni, è invitata a partecipare alla fondazione del gruppo Madredeus, con la registrazione di nove dischi creati appositamente per la sua voce. Tra il 1987 e il 2007, viaggia ininterrottamente superando i cinque milioni di album venduti. La sua presenza discreta e delicata, accompagnata da una voce straordinaria, la porta a collaborare con artisti del calibro di José Carreras, Caetano Veloso, Gilberto Gil. La qualità delle sue prestazioni e la precisione tecnica dei suoi spettacoli sono stati oggetto di elogi, sia dalla critica internazionale che dal grande pubblico.

 

12 agosto Teatro Romano di Nora - ore 21:30

Aziza Mustafa Zadeh, Solo Piano

Una grande star internazionale famosissima all’estero, dove i suoi concerti sono sempre dei trionfi di pubblico e di critica, ma che per il pubblico italiano è ancora una novità. Un’artista che suona, canta e compone con un linguaggio jazz tra i più straordinari che si possano ascoltare: Aziza Mustafa Zadeh è una pianista, cantante e compositrice originaria dell’Azerbaijan. Suo padre Vagif Mustafa Zadeh, morto a soli 39 anni, fu il più famoso pianista jazz e compositore dell’Ex Unione Sovietica, creatore dell’Aseri-Jazz, lo stile che include il “Mugam”, una forma tradizionale di improvvisazione musicale del suo paese, l’Azerbaijan. Sua madre Eliza, che tuttora la segue in concerto, è una cantante lirica e jazz.  A soli 17 anni Aziz si aggiudica il premio Thelonious Monk di Washington; il suo primo omonimo disco la farà conoscere al pubblico e i dischi successivi la consacreranno come grande artista a livello internazionale, con 15 milioni di copie vendute. Subito dopo l’uscita del suo primo cd con Sony Records, la critica l’ha paragonata ai più grandi musicisti come Keith Jarrett, Bill Evans, Chick Corea. Grazie alla sua straordinaria commistione di generi e stili diversi, il jazz occidentale incontra la più alta tradizione pianistica e musicale classica europea mescolandola alla tradizione popolare russa.

 

 

© Associazione Enti Locali
Sede Legale C/O Provincia di Cagliari - V.le Francesco Ciusa 17/19 - 09131 Cagliari
Sede Operativa P.zza Galilei, 36 - 09128 - Cagliari
CF / PI: 01859050922